La fregatura è dietro l’angolo (di casa)

frode1

Bentornati amici!

Oggi vorrei fare con voi un esercizio di immaginazione: ci svegliamo una mattina con un forte mal di denti, siamo in una città nuova e non conosciamo nessun professionista, così andiamo dal primo dentista che troviamo nel quartiere e, cavoli, ci riceve in uno studio che sembra più un appartamento privato, ci fa la nostra otturazione e insiste per essere pagato in contanti. Il giorno dopo la situazione è peggiorata, il dente fa sempre più male e siamo costretti a correre in ospedale. Parlando con il medico del pronto soccorso scopriamo che il personaggio a cui ci siamo rivolti ci ha rovinato il sorriso (in tutti i sensi) probabilmente per una cattiva igiene e… sorpresa… non era un dentista ma un abusivo!

BENE

Continuiamo l’esercizio ma questa volta cambiamo il settore  e torniamo a parlare si di abusivi, ma riferiti al settore immobiliare! Ebbene si esistono gli agenti immobiliari abusivi.

Negli anni ne ho incontrati parecchi e i miei clienti me ne hanno raccontate “parecchie”… Le categorie più rappresentate riguardano geometri, architetti, amministratori di condominio, commercialisti, assicuratori, bancari ecc.. (non mancano però anche pensionati e casalinghe!).

Il modus operandi è però comune a tutti i suddetti personaggi e lo potrei racchiudere in una parola: sotterfugio.

Si pubblicizzano in maniera discreta, attraverso cartelli sulle abitazioni identici a quelli di privati, annunci su internet pubblicizzati da nomi di pura fantasia (studio tecnicprofessimmtifrego), ti fissano l’appuntamento in maniera frettolosa e dando poche o nessuna informazione sull’immobile ed ancor meno su di loro (il loro obiettivo è riempirti di parole all’appuntamento), non si qualificano nemmeno durante la presentazione.

Ottimo, la casa ci piace signor X, la proposta che le farei è di y, quando andiamo dal notaio?

In quel momento il mostro esce dalla caverna e scopriamo che questa persona si autoincorona intermediario tra noi e il reale proprietario dell’immobile e pretende di fare per noi la trattativa, non attraverso un formulario in cui scriveremo tutti i nostri dati ed i suoi in quanto intermediario ma, udite udite, a voce!

Mettiamo per assurdo che la casa ci piace così tanto che decidiamo di rischiare, gli consegnamo una cospicua caparra e trattiamo il suo compenso per l’operazione (ovviamente in nero!), fissiamo poi la data per il rogito senza avere documentazione relativa alla sua operazione.

Il giorno del rogito ovviamente il nostro amico non può comparire (a differenza di un agente immobiliare che presenzierà con voi all’atto e sul rogito verranno inseriti anche i compensi dell’agenzia per trasparenza) e scopriamo che la casa ha dei vizi per i quali non può essere venduta nello stato di fatto! ma come? noi lo abbiamo già pagato! il finale lo possiamo immaginare.

FINE

Spero di non avervi annoiato con questa brutta storia ma purtroppo accade più spesso di quel che si creda e cadere nel tranello è un attimo. Prima di consegnare il nostro immobile o i nostri soldi ad un intermediario informiamoci in rete, chiediamo informazioni alle associazioni di categoria (Fimaa, Fiaip ecc), in camera di commercio ecc.

Esiste un fantastico sito che si chiama www.agentiimmobiliariabilitati.it nel quale basta inserire il nome dell’agente per sapere se è titolato a condurvi la trattativa e a ricevere un compenso per ciò. (https://www.agentiimmobiliariabilitati.it/agenti?denominazione=matteo+righetti&regionSlug=&provinceSigla=&city_ID=&numRea=&piva=&tel=).

Impariamo già dal primo incontro a richiedere il tesserino di riconoscimento della camera di commercio, con i nostri soldi non si scherza! Lo sapete che un agente immobiliare abilitato paga tutti gli anni una assicurazione in base alla Legge 57/2001  che impone allo stesso la stipula di un’assicurazione sulla responsabilità civile proprio per coprire i rischi professionali e tutelare i clienti da comportamenti sbagliati ed errori commessi nell’attività di mediazione.

Premiamo chi tutti i giorni studia la legge, approfondisce una normativa vastissima, si muove in un mercato in continua evoluzione, segue l’altalenarsi dei valori che cambiano in pochissimo tempo e da zona a zona, inventa nuovi percorsi di marketing per valorizzare gli immobili.

Insomma, in conclusione, la scelta della propria casa è un argomento serio e delicato, scegliamo con cura chi tratterà noi e le nostre quattro mura con tutta la dedizione e la professionalità necessaria a proteggere noi stessi, il nostro “nido” ed il nostro investimento.

Un abbraccio e a presto.

Matteo

 

 

 

 

 

La fregatura è dietro l’angolo (di casa)ultima modifica: 2020-09-19T21:04:31+02:00da matteorighett1
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.